IL CIBO DELL'UOMO

Antenore notizie

L'uomo non ha mai mangiato come mangia oggi. Anche il cibo più semplice, il pane quotidiano...è profondamente cambiato.

La pratica della raffinazione dei cereali, introdotta verso la fine del diccianovesimo secolo con i mulini industriali, consentì grandi vantaggi commerciali, perchè allontanando la crusca ed il germe, i prodotti raffinati si conservano a lungo senza irracidire. Con la raffinazione , però, si perdono fibre, vitamine, acidi grassi essenziali e altre sostanze nutrienti contenute nei semi. Questa pratica industriale all'inizio del secolo scorso causò vere e proprie edidemie di malattie da carenza vitaminica.....i cibi integrali che erano comunemente consumati fino a 100 anni fa il riso integrale, il pane con farine macinate con molini a pietra...riduce il rischio di ammalarsi di cuore, di obesità, di diabete, di cancro e riduce anche disturbi considerati minori, come stitichezza o l'acne giovanile... La crusca ed il germe costituiscono solo una modesta percentuale del chicco, ma contengono la gran parte delle sostanze nutritive benefiche per l'uomo. il germe in particolare contiene acidi grassi polinsaturi, essenziali per lo sviluppo dell'embrione, indispensabili anche nell'alimentazione dell'uomo...quando li mangiamo nella loro integralità agiscono sinergicamente per la nostra salute. Con vari meccanismi, solo parzialmente conosciuti, contribuiscono a prevenire l'ipercolesterolemia, l'ipertensione, l'iperglicemia, l'iper produzione di insulina, di radicali liberi, l'infiammazione, tutti i dismetabolismi che favoriscono le malattie croniche che affliggono le popolazioni moderne... Molti temono che le farine integrali, per la loro richezza in acido fitico, che blocca assorbimento di ferro e del calcio, non siano adatte per persone anemiche e osteoporotiche, ma i cereali integrali sono ricchi di calcio e di ferro e la lievitazione naturale riduce molto la concetrazione di acido fitico. Inoltre l'acido fitico in modesta quantità è tuttaltro che nocivo per la salute è un potente inibitore della crescita dei tumori.

 

Liberamente estratte da il libro ' IL CIBO DELL' UOMO' di Franco Berrino

share
Fotogallery
  • Antenore notizie
  • Antenore notizie